Da Store a Stores: nasce un nuovo concetto di ebook store

 In Notizie e Aggiornamenti

Avrai notato che adesso digitando l’indirizzo store.streetlib.com vieni reindirizzato all’url stores.streetlib.com… da Store a Stores: una semplice “s” in più che porta con sé molte novità e opportunità per coloro che condividono con noi l’amore per i libri!

Vediamo insieme in cosa consistono queste novità.

 

Per acquistare i tuoi ebook

Con il passaggio da store.streetlib.com a stores.streetlib.com, per acquistare i tuoi libri non ti verrà più richiesta alcuna registrazione: in fase d’ordine, ti sarà sufficiente inserire il tuo indirizzo email e il tuo Paese di residenza (e ovviamente le informazioni utili per il pagamento!).

 

E i tuoi vecchi ordini? Quelli fatti su store.streetlib.com (il ‘vecchio’ Ultima Books)?

Nessuna paura, i tuoi vecchi ordini non andranno persi! Potrai accedervi andando a questa pagina e inserendo l’indirizzo email dell’account da cui hai effettuato quegli acquisti.

ordini streetlib stores

 

Perché Stores e non Store?

Stores.streetlib.com è una libreria a tutti gli effetti, con un catalogo in crescita a disposizione di tutti i lettori.

Ma c’è qualcosa che la differenzia dalle altre librerie online: il nostro obiettivo come store non è solo vendere i libri, ma anche e soprattutto consentire agli amanti del libro come te di costruire la propria libreria personale, leggere i libri in essa contenuta, gestirli, catalogarli in raccolte e, perché no, iniziare a venderli in prima persona!

L’aggiunta di questa piccola “s”, il passaggio da Store a Stores, va proprio in questa direzione: stores.streetlib.com non è solo una libreria, ma un raccoglitore di tante potenziali librerie del futuro!

 

Cosa c’entra Mybook.is?

Uno dei nostri servizi principali nasce con l’idea di offrire a tutti un supporto tecnologico concreto per diventare un libraio, per vendere libri in prima persona: sto parlando di StreetLib Sell (i cui dettagli sono disponibili qui).

Sfruttando la tecnologia Sell, successivamente abbiamo sviluppato Mybook.is, che ci ha consentito di offrire agli autori l’opportunità di rivendicare la pagina dei propri libri, per gestirla autonomamente come vero e proprio mini-sito gratuito da arricchire con recensioni, commenti, ecc.

Proprio a partire dalla piattaforma mybook.is e dalla filosofia da cui nasce questo servizio, è stato sviluppato stores.streetlib.com, quel luogo dove, quindi, non solo potrai cercare e comprare libri (il vecchio store.streetlib.com), ma dove potrai anche creare facilmente la tua libreria online e vendere libri in maniera diretta (StreetLib Sell/Mybook.is).

Stores.streetlib.com assorbe completamente mybook.is e ne acquisisce anche il layout!

 

Last but not least…

 

…su stores.streetlib.com anche i libri in formato cartaceo!

Su stores.streetlib.com, oltre agli ebook, saranno disponibili anche le versioni cartacee dei libri per cui l’autore o l’editore ha attivato StreetLib POS, il nostro servizio di stampa e distribuzione online che ammortizza i costi di stampa, permettendo di stampare i libri solo dopo che sono stati acquistati.

Se non conosci ancora StreetLib POS, ti consiglio di cliccare qui.

Da oggi, quindi, ogni qual volta un nostro utente attiverà il servizio POS per il proprio libro, questo entrerà nel catalogo stores.streetlib.com: il link all’acquisto dell’edizione cartacea sarà presente nella stessa pagina dedicata all’edizione digitale.
Cosa altro aggiungere se non: ti piace il nostro nuovo stores.streetlib.com? Vai a dare un’occhiata e facci sapere cosa te ne pare!

Recommended Posts
Showing 21 comments
  • luciano
    Rispondi

    Per il credito prepagato in precedenza cosa facciamo ??? lo perdiamo ???

    • Giovanna Russo
      Rispondi

      Ciao Luciano,
      no assolutamente. Il credito non viene perso.

      Ti invitiamo a scrivere a support@streetlib.com per conoscere le modalità di accesso al credito.
      A presto!

  • Luca
    Rispondi

    Ho contattato il supporto per conoscere le modalità di utilizzo del mio credito prepagato residuo, ammontante a circa € 70, e non le condivido perché troppo macchinose, dovendosi chiedere ogni volta al supporto stesso di provvedere all’acquisto gratuito degli ebook scelti, senza poterlo fare direttamente né poter controllare di volta in volta quanto credito rimane.

    Quando si sono acquistate le ricariche è stato pattuito con StreetLib un certo tipo di utilizzo da parte dell’utente, che è venuto meno con il nuovo sistema, quindi ho già chiesto al supporto il rimborso sul mio account PayPal del credito residuo, che mi aspetto avvenga in tempi brevi.

    Al di là di questo disguido, vi faccio i miei auguri per la vostra nuova iniziativa.

  • Simone
    Rispondi

    Mi sembra comunque un’operazione poco seria. Avreste potuto comunicarci i cambiamenti via email e con anticipo.

    • Giovanna Russo
      Rispondi

      Ciao Simone, siamo spiacenti di trovarti in disaccordo con le nostre scelte di gestione.
      Questo blog post spiega in maniera completa le caratteristiche del passaggio da Store a Stores e il nostro customer care rimane a completa disposizione – in qualsiasi momento – per chiarire eventuali dubbi in merito.
      Ti ricordo che l’indirizzo per contattarci è support@streetlib.com.

      A presto!

    • Antonio Tombolini
      Rispondi

      Ciao Simone, mi interessa capire il tuo punto: potresti dettagliare un po’ i motivi per cui questa sarebbe un’operazione “poco seria”? Grazie!

  • rodolfo
    Rispondi

    Sono d’accordo con Simone. E’ vostro dovere avvertire i clienti dei cambiamenti in atto che li coinvolgono e questo non lo avete fatto.

    • Antonio Tombolini
      Rispondi

      Ciao Rodolfo, ovviamente anche capire meglio nel dettaglio i tuoi argomenti mi interessa perché penso ci possa essere molto utile per migliorare: potresti darmi qualche dettaglio in più su cosa vuol dire che noi abbiamo il “dovere” di “avvertire i clienti dei cambiamenti in atto che li coinvolgono”? Te lo chiedo perché, rimanendo così generici, dovremmo inviare un avviso di cambiamento ad ogni minuto: la nostra piattaforma cambia davvero per mille aspetti continuamente, e sono tutti aspetti che coinvolgono i clienti, perché i cambiamenti che facciamo sono sempre motivati dal migliorare (poi magari non sempre ci si riesce) l’esperienza utente. Quali sarebbero quindi i cambiamenti che secondo te richiedono un “preavviso” formale più importante? Grazie!

      • rodolfo
        Rispondi

        Ho cercato di accedere alla piattaforrma e ho scoperto che il mio nome utente non c’è più. Ho provato ad accquistare un libro e ho scoperto che il mio credito non lo posso usare. Questi sono cambiamenti che coinvolgono significativamente i clienti e, secondo me, devono essere segnalati in anticipo con una email.

  • Antonio Tombolini
    Rispondi

    Su questi due punti:
    1) Ora puoi accedere alla piattaforma di acquisto libri SENZA necessità di loggarti: dov’è lo svantaggio?
    2) “Ho scoperto che il mio credito non lo posso usare”: se hai letto il post di Giovanna che hai commentato, dovresti aver trovato già la risposta, o sbaglio?

    In altre parole: hai scoperto questi due aspetti da questo post, o andando direttamente nel sito. Che differenza ci sarebbe stata nell’averlo saputo ricevendo una mail?

    I pre-avvisi “formali” vanno fatti quando si fanno modifiche che “peggiorano” le condizioni contrattuali di un utente. Se noi avessimo deciso di “azzerare” i crediti acquistati, per esempio (cosa che, per inciso, per legge potremmo fare, ponendo una scadenza all’utilizzo di quei crediti, come fanno tutti) allora sì che avremmo dovuto avvisarti. Così invece, per vari motivi, non abbiamo affatto annullato il tuo credito, abbiamo solo modificato la modalità di utilizzo. Riconosco che è un po’ meno agevole rispetto a prima, per il momento, perché col cambio piattaforma avremo il suo utilizzo “automatico” solo tra qualche tempo, ma nel frattempo ci facciamo carico noi, come ha spiegato Giovanna, di rendere fruibile quel credito, e quindi per i nostri clienti nulla cambia “in peggio”. Cosa avremmo potuto scrivere in quella mail di diverso da quello che abbiamo scritto in questo post?

    • rodolfo
      Rispondi

      Certo che ho letto il post di Giovanna, infatti ho scritto a support@streetlib.com questa mattina, immagino che debbano rispondere a molte domande, dopodiché risponderanno anche a me.
      Cosa avreste potuto scrivere di diverso nella mail? Niente di diverso, mi sarebbe bastato sapere questo prima di trovare i cambiamenti.
      Comunque grazie dell’interessamento e delle rapide risposte.

      • Giovanna Russo
        Rispondi

        Ciao Rodolfo,
        non abbiamo ricevuto richieste né da persone con il tuo nome, né dal tuo indirizzo email (quello utilizzato per postare il commento intendo). Nel caso in cui non avessi scritto da altro account, ti invito a ricontattarci.
        Grazie!

        • rodolfo
          Rispondi

          Grazie Giovanna, ho appena reinviato a support@streetlib.com una richiesta di aiuto. E’ strano quello che è successo: il mio gestore di posta (thunderbird) ha in memoria anche il precedente messaggio, partito da rodolfo.padroni@gmail.com. In ogni caso spero che arrivi almeno il secondo.
          A presto

    • efano
      Rispondi

      Assolutamente d’accordo con Rodolfo, la questione “credito prepagato” (e anche wishlist) è stata gestita in modo decisamente poco attenta alle abitudini e alle esigenze dei lettori. Se per voi dovere scrivere un’email al servizio di supporto (per potere utilizzare un credito prepagato) è una modalità “un po’ meno agevole”, mi dispiace ma non avete capito come opera l’utente base di un servizio di acquisto online.

  • Paolo Serra
    Rispondi

    Ho qualche perplessità sulla perdita della wishlist. Si trattava di uno strumento utile per noi lettori ed è seccante aver perso nota di alcuni titoli che sebbene di interesse spesso non è più possibile rintracciare.
    Più che l’impossibilità futura di generare e gestire una tale lista, che ovviamente richiede l’esistenza di un account lettore, trovo un po’ fastidioso non poter recuperare l’elenco dela vecchia wishlist.
    Possibile che non si possa far niente in proposito? Quei dati in teoria dovrebbero essere accessibili in modo simile a quelli relativi al download dei testi acquistati in quanto anche essi collegati al vecchio account.
    Spero che sia possibile fare qualcosa in proposito. In ogni caso resto affezionato cliente.

    • Giovanna Russo
      Rispondi

      Ciao Paolo, al momento non è possibile recuperare la wishlist in alcun modo, ci spiace.

      Ringraziamo te e tutti coloro che hanno scritto finora per i feedback lasciati: state certi che non verranno ignorati, anzi. Il nostro store è sulla strada di un imponente rinnovamento che ha lasciato sì, alcune cose indietro, ma che vi regalerà man mano una diversa esperienza di accesso ai libri. Continuate a seguirci!

  • Lorenzo Berti
    Rispondi

    Quello che ha disorientato me ma, da quanto leggo nel blog, anche altri utenti è stato non ricevere alcuna comunicazione mail in cui con sintesi e chiarezza che vi hanno sinora contraddistinto si davano queste semplici indicazioni affinché fossi consapevole dei cambiamenti prima di scoprirlo inaspettatamente.

    Ammetto che l’idea di dover scrivere una mail per spendere il mio credito non mi sembra una soluzione ottimale perché solitamente faccio i miei acquisti nel weekend o la sera tardi e non penso voi presidiate la casella di supporto 7/24.

    Penso per voi possa essere oggetto di riflessione per venire incontro all’esigenza di clienti che da anni, nel mio caso ancora prima che Ultimabooks nascesse, hanno “sposato” la vostra filosofia anche quando grandi editori quali Mondadori non hanno più reso disponibili la vendita dei loro libri sulla Vostra piattaforma.

    • Giovanna Russo
      Rispondi

      Ciao Lorenzo,
      grazie mille per il commento: terremo certamente conto del tuo feedback come di quello degli altri utenti.
      I nostri servizi del resto sono in continua evoluzione e Stores, come avrete capito tutti, sta prendendo una direzione un po’ diversa rispetto alla “classica idea di libreria”.

      Per quel che riguarda gli acquisti: puoi scriverci nel weekend, magari non risponderemo subito, ma il lunedì successivo i tuoi libri saranno nella tua casella di posta!
      Per qualsiasi dubbio o richiesta ci trovi come sempre via support@streetlib.com.
      A presto!

      • rodolfo
        Rispondi

        Cara Giovanna, secondo me non è solo un problema di weekend.
        Io ho scritto ripetutamente e usando tre diversi indirizzi email, in giorni lavorativi, sia a support@streetlib.com che direttamente a te e ho ricevuto una risposta automatica e niente più.
        Cosa succede? Quali problemi avete con la posta elettronica?

        • Giovanna Russo
          Rispondi

          Ciao Rodolfo,
          io non ho ricevuto nessuna email, mi spiace. Neanche su support è arrivato nulla.

          Potresti inoltrare al mio indirizzo (e a support) l’email di risposta automatica che hai ricevuto?
          Grazie!

pingbacks / trackbacks

Rispondi a Giovanna Russo Annulla risposta