Stories: Armando Polli e la sua esperienza con StreetLib

 In StreetLibers community

Armando Polli ha autopubblicato via StreetLib l’ebook La cura della persona. L’articolo che segue è stato scritto liberamente dall’autore per testimoniare la sua esperienza da selfpublisher e l’incontro con StreetLib Selfpublish.
Grazie per il tuo contributo, Armando!

Armando PolliHo 53 anni e da sempre il pallino della scrittura, come quello della lettura ovviamente.
Tutto è cominciato curiosando a caso nella biblioteca di mio padre: avevo otto-nove anni, e feci letture decisamente precoci per quell’età infantile nella quale, in genere, si leggono Pinocchio o Biancaneve. Ad esempio, ho un vivo ricordo di Centomila gavette di ghiaccio, un famoso libro di Giulio Bedeschi che raccontava la ritirata di Russia degli alpini italiani. Un memoriale epico e commovente, che colpì davvero molto la mia fantasia di bambino.
Insomma, da lettore non ho seguito le tappe canoniche, tanto che le favole, per dire, le ho approcciate solo più tardi. Lo stesso potrei dire per la scrittura. Per anni ho scritto soprattutto poesie, pubblicando a mie spese una piccola raccolta alla fine degli anni Ottanta.

Internet è stato davvero l’inizio di una nuova era. Le mie passioni, soprattutto la musica e il cinema, hanno trovato il loro sfogo all’interno di siti e blog personali, oltre che su portali di vario tipo. Un periodo fertile, quasi una sorta di palestra per la mia scrittura, obbligata a misurarsi con registri e contesti diversi tra loro.
Nei primi anni Novanta mi ero dedicato anche a un paio di progetti paralleli: una sceneggiatura scritta con un amico, e un primo romanzo nato quasi quasi di getto, al momento ancora inedito.

La scoperta di StreetLib ha segnato un’altra svolta. Stavo scrivendo un nuovo romanzo, dopo molti progetti abbandonati, e lo sentivo crescere bene. Forse era la volta buona.
Pensare cosa farne, una volta finito, mi procurava però la solita incertezza: stamparlo e spedirlo a questo o quell’editore, come già sapevo, non serviva davvero a molto. In sintesi: lungaggini, spese e frustrazione.

Alla scoperta di StreetLib mi si è aperto un mondo. Una risorsa straordinaria, che mette a disposizione dei validi strumenti tecnici, e competenza, per realizzare i propri libri e venderli sul web, praticamente gratis. Finalmente potevo far leggere e apprezzare il mio romanzo. Già: per quanto la scrittura sia qualcosa di molto intimo e personale, il desiderio di riscontro da parte degli altri è altrettanto forte, direi fisiologico.
Ora che il romanzo è uscito sono soddisfatto, perché sento di aver realizzato qualcosa che mi stava a cuore da molto tempo. Non succede spesso.

Comunque vada, quest’ultimo anno passato a scrivere La cura della persona mi ha permesso di riscoprire aspetti e snodi della mia vita che non avevano mai trovato voce. È stata una grande esperienza che mi ha permesso di conoscermi meglio. La scrittura forse consiste soprattutto in questo, e se una sola persona, un solo lettore, può condividere un tale flusso emotivo, è qualcosa di impagabile.
Voglio perciò ringraziare StreetLib, e l’intera squadra che lavora a questo meritorio progetto, per avermi dato questa opportunità. È stato un piacere che naturalmente, come tutti i piaceri, spero di rinnovare.

Vuoi inviarci la tua Story?
  • Racconta la tua esperienza con la scrittura, il self publishing e StreetLib in un testo compreso tra i 1500 e i 3000 caratteri
  • Allega la tua foto o un’immagine che ti rappresenti (larghezza min 300 px)
  • Includi tutti il link al tuo sito web e i tuoi contatti social
  • Allega lo shortcode generato via Sell per inserire il widget con i tuoi libri all’interno della Story (maggiori dettagli qui)
  • Spedisci all’indirizzo stories@streetlib.com
  • NB. Tutte le storie vengono pubblicate seguendo l’ordine di ricezione. Ti chiediamo quindi solo un po’ di pazienza, perché i contributi che riceviamo sono davvero tanti!

    L’archivio completo delle StreetLib Stories lo trovi qui.

Recommended Posts
Showing 2 comments

Leave a Comment