Stories: Pamela Preschern e la sua esperienza con StreetLib

 In StreetLibers community

Pamela Preschern ha autopubblicato via StreetLib l’ebook Il Carnevale di Trinidad e Tobago. Tradizioni e curiosità dell’evento più atteso dell’anno. L’articolo che segue è stato scritto liberamente dall’autore per testimoniare la sua esperienza da selfpublisher e l’incontro con StreetLib Selfpublish.
Grazie per il tuo contributo, Pamela!

Pamela PreschernCon piacere condivido la mia prima esperienza da selfpublisher. Prima ancora della pubblicazione de Il Carnevale di Trinidad e Tobago. Tradizioni e curiosità dell’evento più atteso dell’anno con StreetLib Selfpublish racconterò di come è nata l’idea di scrivere un testo su questo tema.

La scelta dell’argomento è frutto di un anno indimenticabile a Port of Spain, capitale di Trinidad e Tobago, dove sono arrivata agli inizi del 2010 per un’esperienza lavorativa nell’ambito del Programma di Volontariato delle Nazioni Unite. Quello che da subito mi ha intrigato di quest’isola caraibica è stato l’aspetto antropologico: tradizioni, usi, abitudini della gente del posto di cui osservavo giorno per giorno atteggiamenti e stili di vita. Poco dopo avrei scoperto l’evento che sintetizzava perfettamente l’identità culturale e le caratteristiche peculiari del popolo trinidadiano: il Carnevale, un festival di origini antiche che tra preparativi ed effettivo svolgimento è presente durante tutto l’anno. Ad affascinarmi era la sua presenza continua e silenziosa, l’attenzione che suscitava a prescindere dalla sua età, dal sesso, classe sociale o etnia e il suo essere simbolo di una società cosmopolita, estroversa e piena di energia.

Rientrata in Italia, ho subito provato il desiderio di condividere quanto appreso e vissuto in prima persona e ho deciso di farlo, appunto, raccontando il paese attraverso il suo Carnevale.

Ho iniziato a raccogliere le idee e, a distanza di qualche mese, mi sono messa a scrivere. Dopo vari momenti di pausa necessari per riflettere sulla struttura e forma migliori da dare al testo, alla fine dello scorso anno sono giunta alla conclusione. A quel punto mi sono posta la fatidica domanda: e adesso, dove pubblicarlo?

Dopo aver raccolto informazioni e pareri e prendendo in considerazione vari elementi, ho deciso di ascoltare il suggerimento di un’amica che aveva avuto un‘ottima esperienza di auto-pubblicazione con StreetLib Selfpublish. E non me ne sono pentita. Di questa piattaforma ho apprezzato in particolare la gratuità del servizio, la semplicità nel caricare il contenuto, l’ampia visibilità garantita con la pubblicazione online sulle maggiori librerie internazionali ma anche il servizio di supporto offerto, rapido ed efficiente.

Pienamente soddisfatta, la consiglio vivamente a chiunque cerchi un modo semplice e efficace per auto-pubblicarsi.

Vuoi inviarci la tua Story?
  • Racconta la tua esperienza con la scrittura, il self publishing e StreetLib in un testo compreso tra i 1500 e i 3000 caratteri
  • Allega la tua foto o un’immagine che ti rappresenti (larghezza min 300 px)
  • Includi tutti il link al tuo sito web e i tuoi contatti social
  • Allega lo shortcode generato via Sell per inserire il widget con i tuoi libri all’interno della Story (maggiori dettagli qui)
  • Spedisci all’indirizzo stories@streetlib.com
  • NB. Tutte le storie vengono pubblicate seguendo l’ordine di ricezione. Ti chiediamo quindi solo un po’ di pazienza, perché i contributi che riceviamo sono davvero tanti!

    L’archivio completo delle StreetLib Stories lo trovi qui.

Recommended Posts
Comments
  • Antonio
    Rispondi

    Salve, ho scritto un commento anche su Facebook a riguardo dell’articolo che parla del libro pubblicato da Pamela Preschern. Io sono la persona a cui ha incaricato di realizzare la copertina (luglio 2015), e vedere il lavoro finito e vedere come una persona riesce nel suo intento di pubblicare un proprio lavoro ed essere in qualche modo parte di questa esperienza mi rende molto soddisfatto. Complimenti a StreetLib e a Pamela.

Leave a Comment